HDM S.R.L.
Via G. Borsi, 9 – Milano
T +39 02 6596329

eCommerce e SEO: 4 punti per una strategia di successo

L’obiettivo di ogni e-commerce è quello di vendere quanto più possibile i propri prodotti online. Ma se il sito non è ottimizzato risulterà poco visibile – o addirittura invisibile – all’interno del motore di ricerca.
Quindi, sia che si tratti del lancio di un nuovo negozio online o di migliorare lo status di uno già esistente, in questo articolo vedremo quali sono i punti fondamentali per raggiungere in modo diretto ed efficace la propria audience di riferimento grazie alla SEO.

I vantaggi di un buon posizionamento organico

In generale, quali sono i vantaggi di perseguire una strategia basata sulla SEO?

  • migliorare i ranking: il sito è più visibile per gli utenti
  • aumentare il traffico organico al sito: essendo più visibile, ci saranno più possibilità di accesso al sito da parte degli utenti
  • rafforzamento della brand awareness: più il sito è visibile, più il brand diventa memorabile
  • incrementare le transazioni, quindi il fatturato: più traffico porta con sé più acquisti

Si tratta certamente di una strategia che richiede tempo e pazienza, i cui risultati si vedono sul medio-lungo periodo. Tuttavia ottimizzando il portale dal punto di vista SEO si va a creare una solida base, che rimarrà tale nel corso del tempo e potrà essere integrata con attività di manutenzione e integrazione.

Ma passiamo ora a quelli che sono gli aspetti fondanti per ottenere dei buoni posizionamenti organici e ottenere, alla fine del flusso, maggiori introiti.

ecommerce seo shoes

Analisi del sito

Poniamo il caso di un sito già esistente, su cui si vuole lavorare in ottica di miglioramento. Il primo passo da fare è certamente quello di diagnostica: valutare quali sono i punti di forza e i punti di debolezza del portale per valorizzare da un lato e modificare dall’altro.

Ma quali sono gli elementi su cui concentrarsi per una valutazione valida?

  • elementi tecnici/tecnologici: il sito dovrebbe essere facilmente accessibile, sia al motore di ricerca che agli utenti, per tutte le risorse che lo compongono
  • elementi semantici: la valorizzazione delle risorse del sito passa attraverso Title, Description e testo presente in pagina

Una volta stilata la lista di cosa è ben fatto e cosa no, si passa al secondo step.

Analisi dei competitor

Sicuramente non si può pensare al proprio sito senza relazionarlo anche al contesto in cui si deve andare ad inserire.
Conoscere quali sono i competitor di business principali è certamente fondante, ma non sufficiente. Perchè? Non è la sola tipologia da considerare. Esistono infatti quelli che sono definiti come “comparable”, che nel pratico non sono altro che quei siti che riescono a posizionarsi per una serie di keyword in target col proprio sito, ma non sono e-commerce.

Qui diventa necessario il ruolo di un SEO expert, che deve identificare questi portali e definire in che misura impattano sulle performance in SERP del sito e-commerce, come? In prima istanza attraverso l’analisi del primo elemento che i motori di ricerca ci mettono a disposizione: la pagina dei risultati di ricerca. Poi, attraverso strumenti ad hoc che permettono di ampliare il set di keyword da monitorare.
L’esito di queste valutazioni permette di definire una strategia SEO per e-commerce ottimale.

competition

Keyword Research

E-commerce vuol dire acquisto, lo sappiamo. Ma se non siamo in grado di capire come gli utenti cercano i prodotti che vogliono comprare non saremo mai in grado di convertire.
Ecco che la Keyword Research diventa il mezzo attraverso cui comprendere gli utenti e identificare come la propria audience di riferimento si relaziona alla ricerca web.
I fattori da considerare nella selezione delle keyword più in target sono:

  • i volumi di ricerca, anche se non sempre alti volumi significano alte performance perché subentra la
  • keyword difficulty, ovvero la difficoltà di posizionamento in base alla quantità di siti web che puntano su una stessa parola-chiave
  • short o long-tail keyword, più la parola-chiave è complessa minori saranno i volumi ma maggiore sarà la precisione nella definizione dell’audience
keyword cloud

Contenuti originali e di valore

Conoscendo i propri punti di debolezza, i propri competitor/comparable e avendo a disposizione le keyword su cui si vuole ottenere un buon posizionamento organico non resta che valorizzare semanticamente le risorse del sito.

Sono diversi gli elementi da tenere su cui lavorare, vediamoli.

Meta Copy

Il primissimo impatto che gli utenti hanno con un sito è in SERP, ed è qui che si deve attirare l’attenzione per ottenere un clic. Come fare? Gli elementi sono principalmente due:

  • Tag Title, che deve essere immediato
  • Meta Description, che deve raccontare brevemente il contenuto della pagina in cui l’utente atterrerà

 

Architettura informativa

Il modo in cui i contenuti del sito sono proposti all’utente deve essere chiaro ed efficace, evitando dunque di costruire dei menu di navigazione troppo profondi e preferendo una categorizzazione facilmente intuibile.

In questo frangente è sempre bene lavorare con un occhio di riguardo anche alla CRO (Conversion Rate Optimization).

 

Testo in pagina

Inserire del testo SEO oriented all’interno delle singole pagine permette di renderle più rilevanti tanto per il motore di ricerca quanto per gli utenti. 

In particolare, sono le pagine di categoria (o di listing) a giovarne maggiormente perché la loro natura di “raccoglitori” permette di intercettare un numero di keyword rilevanti più ampio e più di alto livello rispetto le pagine prodotto.

Ciò non significa che queste ultime debbano però essere ignorate, anzi: una scheda prodotto completa e che racconta in modo esaustivo le caratteristiche, le taglie, il lavaggio etc.. aiuta gli eventuali compratori a portare a termine la loro conversione.

Fonte Immagini: https://www.vecteezy.com/

A CURA DI

ELEONORA MARAN
ELEONORA MARAN

SEO Consultant @ H-FARM Digital Marketing

Hai trovato interessante questo articolo?

Possiamo fare tanto per il tuo business e siamo sempre in cerca di nuove sfide. Mettici alla prova, raccontaci di te e della tua realtà!